Imballaggio fragili

Imballaggio fragili è un’operazione che tutti possono fare! E’ utile sapere come s’imballano i fragili perché questa operazione  richiede tanto tempo ed energie e quindi incide  sul prezzo finale di un trasloco. Non sarebbe una cattiva idea imparare a farsi da solo l’operazione del imballaggio fragili del trasloco. Non è faticoso, bisogna solo prendere alcuni accorgimenti.

Ti potrebbe interessare anche Consigli Traslochi Roma

I materiali usati per imballare i fragili

Le scatole
Le misure – Le scatole per i fragili non devono essere troppo grandi, noi usiamo questa misura 47x37x31.
La qualità
Sono delle scatole in doppia onda ( sono più resistenti rispetto ad un onda). L’uso della doppia onda è raccomandato nell’imballaggio dei fragili. 
Il numero
Per una cucina media da 3,00 m servono circa  15 scatole e 2 – 3 kg di carta camoscina o carta di giornale.
Come si prepara  una scatola per i fragili:

Come s’imballano i bicchieri

Si costruisce la scatola con lo scotch, aprendola e mettendo due strisce di nastro a X sul fondo della scatola, poi si rigira la scatola si mette su un tavolo 

Imballaggio fragili

Sul fondo della scatola si mettono 4, 5 fogli di giornale (o carta camoscina) arruffate. I bicchieri si mettono da soli senza altri oggetti. Ogni bicchiere si avvolge con un foglio di carta e si mette in piedi, tutti i bicchieri si pongono uno vicino ad altro finché non rimane più posto. Per finire si metterà un altro strato di giornale e si chiuderà la scatola.

Come s’imballano i piatti

Sul fondo della scatola si mettono 4, 5 fogli di giornale (o carta camoscina) arruffate. La carta camoscina nei imballaggio fragili è fondamentale ma si può rimpiazzare con i giornali ottenendo un’ottimo risultato.

In basso si mettono le cose pesanti tipo i piatti che si mettono di taglio, in piedi, ogni piatto incartato con carta di  giornale (ricordatevi di mettere parecchia carta di giornale 3 – 4 fogli ). 

Finite tutta la fila  (mettete tanti piatti in fila finchè non si muovono più). Sopra i piatti mettete un altro strato di giornale  e sopra, sec’è ancora spazio potete inserire delle tazzine piccole, bicchierini (sempre tutti incartati uno per uno ) e poi un altro strato di carta  o di giornale.

Spero essere stati d’aiuto e che proverete a cimentarvi nell’operazione di imballaggio fragili un azione a portata di tutti.