Consigli per un trasloco senza stress

E’ capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di dover affrontare il trasloco. Per tutti ormai è diventato motivo di stress e di complicazioni di tutti i generi. Si deve pensare a tantissime cose: i materiali, la ditta traslocatrice, il tempo, il lavoro e la fatica, la nuova e la vecchia casa e tanto altro e soprattutto la voglia. Attraverso questi semplici consigli cercheremo di renderti il trasloco un pò più semplice, per poterlo affrontare con positività ed energia.

1. Organizzazione: ci sarà bisogno di spostare, imballare e tanto altro. Ti conviene, quindi, buttare giù una lista (qualche giorno prima di iniziare il trasloco) di tutte le operazioni che dovrai compiere per traslocare. Questo ti darà un vantaggio sulle tempistiche. Dopo aver svolto le operazioni presenti sulla lista, passo dopo passo, spuntale monitorare la situazione. Questo ti darà la possibilità di tenere tutto sotto controllo e niente ti sfuggirà.
2. Gli scatoloni: un passo importantissimo sono gli scatoloni. Il consiglio è quello di rivolgersi a qualcuno che ha già effettuato un trasloco per un consiglio. Gli scatoloni non sono ma abbastanza e la difficoltà vera sta nel reperirli. Molto semplicemente ci si potrà rivolgere a supermercati, piccoli negozi etc, che possono darvi gli scatoloni gratuitamente, anzi, saranno molto felici di liberarsene. Cercate di procurarvi molti scatoloni di ogni grandezza e forma, così da traslocare senza stress. Etichetta gli scatoloni per non perdere mai il controllo della situazione. La chiave per un trasloco perfetto è la pianificazione, a cominciare dalla preparazione delle scatole per trasloco. Il primo passo è quello di fare rifornimento del materiale necessario, in particolare:
– scatole e scatoloni;
– nastro adesivo spesso e resistente;
– carta da giornale (meglio se riciclata, perché non danneggia l’ambiente e non lascia macchie);
– imballaggio pluriball (la plastica che serve per proteggere gli oggetti fragili);
vecchie lenzuola che ti possono tornare utili per coprire i mobili.
Generalmente le ditte specializzate forniscono scatole per trasloco nuove e resistenti, oltre ad essere disponibili ad occuparsi personalmente dell’imballaggio.
3. La ditta di traslochi: è fondamentale rivolgersi a professionisti seri, con esperienza, alla quale poter demandare qualsiasi attività. Anche qui è fondamentale muoversi d’anticipo, altrimenti rischi di trovare tutte le aziende già prenotate o impegnate.
4. Elimina il superfluo: Si consiglia vivamente di buttare tutto ciò che riteniamo superfluo o che pensiamo possa non servirci più. Un inutile utensile che non usiamo da anni non farà altro che occupare spazio nella nuova casa, ancora ed ancora per molto tempo.
5. Cerca di farlo in modo divertente: Se hai dei bambini ricorda sempre di preservare il loro buon umore. Il trasloco porta stress non solo ai grandi, ma soprattutto ai piccini. Cerca di coinvolgerli nel lavoro in modo divertente, trasformandolo in gioco, e riuscirai così ad unire l’utile al dilettevole. Fare sistemare gli scatoloni, e incastrare gli oggetti negli stessi può essere addirittura stimolante (come nei giochi per bambini, i pezzi vanno incastrati nel verso esatto). E’ fondamentale per i bambini prendere confidenza con la nuova casa ancora prima di andarci a vivere; quindi consigliamo di descrivere la nuova casa con entusiasmo così da incuriosire il bambino.
6. Chiedi una mano: non bisogna avere il timore di chiedere aiuto. Avere una mano da parte di terzi può aiutare a svolgere tutte le operazioni con più facilità e possono offrire anche un valido sostegno morale. Semplicemente parlare con loro. Confrontarti su come imballare un certo oggetto o con quale stanza cominciare può ridurre fortemente lo stress perché non hai la sensazione di dover gestire tutto da solo.
7. Disdire le utenze: prima di lasciare la vecchia casa, consigliamo di disdire tutti i contratti di luce, gas, adsl etc, 2 o 3 giorni prima della data certa in cui si lascerà l’abitazione. Non fatelo prima di 3 giorni o rischierete di restare senza luce in casa se le tempistiche per il trasloco dovessero prolungarsi
8. Attivate le utenze nella nuova abitazione: prima del definitivo trasloco informatevi dal padrone di casa, sullo stato delle bollette di luce e gas (se desiderate anche adsl). Farlo 10 giorni prima ci pare una tempistica esatta, soprattutto per poter scegliere le migliori offerte luce e gas in tutta tranquillità. Se le utenze sono attive dovrete effettuare una voltura; se non sono attive dovrete fare un subentro.
9. Avvisare il condominio: avvisare il condominio in uscita per buona educazione e soprattutto avvisare il condominio in entrata per assicurare i condomini della presenza degli operai e scusarsi in anticipo per il disturbo. Partire col piede giusto è fondamentale.

Se si vuole risparmiare cercare una ditta seria, che non per forza vi faccia spendere meno, ma che vi dia la qualità nel loro lavoro. Pagare poco una ditta che causerebbe guai, non mi sembra un bel modo per risparmiare.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter